Viaggio in Germania - La storia della Germania
Viaggio in Germania - La storia della Germania

Il campo di concentramento di Dachau (1)

Tutte le città e regioni della Germania Germania - poltica e società Come sono i tedeschi? La lingua tedesca Vivere e lavorare in Germania La letteratura tedesca La cultura tedesca La musica tedesca La storia della Germania
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Consiglia questa pagina a un amico
Condividere su Facebook Condividere su Twitter Consiglia questa pagina a un amico

Il campo di concentramento di Dachau
L'entrata del campo di concentramento di Dachau
Il testo e tutte le foto in questa pagina sono di
Daniele Brina

Il campo di concentramento di Dachau in breve:

Che cos'era il campo di concentramento di Dachau?

Il campo di concentramento di Dachau
"Arbeit macht frei" (Il lavoro rende liberi) - il cinico motto del campo nel cancello dell'entrata
Ho visitato Dachau, tanti anni fa, in una splendida giornata primaverile di sole. Un'esperienza quasi surreale, perché era ovvio che questo posto, per 12 anni, è stato caratterizzato dalla morte e da sofferenze indicibili. Il sole stona in un campo di concentramento, anche se il centro di documentazione, allestito in una delle baracche ricostruite, riporta il visitatore nella agghiacciante realtà di appena 70 anni fa.

Le foto che potete vedere nelle pagine successive rendono bene le sensazioni che affliggono chiunque veda questo campo: una enorme tristezza e, allo stesso tempo, la consapevolezza che questa tristezza non è adeguata, non è sufficiente, perché non è neanche minimamente all'altezza della mostruosità dei crimini commessi in questo luogo.

Alcuni dei soldati americani che, il 29 aprile del 1945, liberarono il campo, erano talmente inorriditi da quello che avevano davanti ai loro occhi - decine di migliaia di uomini dimagriti fino alle ossa che sembravano più morti che vivi e vagoni ferroviari pieni di cadaveri - che impazzirono: quasi come in un raptus cominciarono a sparare ai guardiani tedeschi del lager e ne uccisero 39. Uno di loro, così raccontò un testimone, scoppiò in lacrime, ancora mentre sparava. Giudicandoli con i freddi parametri del diritto internazionale commisero un reato: i guardiani erano da trattare come prigionieri di guerra. Ma la tentazione di congratularsi con loro o almeno di perdonarli è forte, quando oggi si esce dal campo.
Il campo di concentramento di Dachau
Lapide commemorativa a ricordo della liberazione del campo di Dachau operata dall'esercito statunitense (42esima divisione Rainbow, arcobaleno), il 29 aprile 1945.

Altre foto e molte altre info sul campo di concentramento:

Cliccate sulle miniature per ingrandirle:
Il campo di concentramento di Dachau  Il campo di concentramento di Dachau  Il campo di concentramento di Dachau  Il campo di concentramento di Dachau  Il campo di concentramento di Dachau  Il campo di concentramento di Dachau  Il campo di concentramento di Dachau  Il campo di concentramento di Dachau  Il campo di concentramento di Dachau

Potrebbero interessarti anche:

Hitler - una biografia
Hitler, una
biografia
di J. Fest
Hitler e l'enigma del consenso
Hitler e l'enigma
del consenso
di I. Kershaw
Il Mein Kampf di Adolf Hitler
"Mein
Kampf"
di A. Hitler
La Germania nazista e gli ebrei
La Germania
nazista
e gli ebrei

Storia della Germania medievale  Lutero  Bismarck  Il muro di Berlino 
Altri libri sulla storia della Germania
Scrivi un commento...
Agata Del Guerra:
Anche io sono stata a Dachau e ho provato lo stesso orrore per quanto non sembra possibile che vi siano avvenute simili atrocità.
(27/01/19)

© 2023 Wolfgang Pruscha

Contatto - copyright - privacy