Viaggio in Germania - La cultura musicale
Viaggio in Germania - La cultura musicale

Lili Marleen

Tutte le città e regioni della Germania Germania - poltica e società Come sono i tedeschi? La lingua tedesca Vivere e lavorare in Germania La letteratura tedesca La cultura tedesca La musica tedesca La storia della Germania
Condividere su Facebook Condividere su Twitter
Condividere su Facebook Condividere su Twitter

Lale Andersen (1938)'
La cantante Lale Andersen durante uno dei suoi concerti, nel 1938.
foto: Willy Pragher / Deutsche Digitale Bibliothek
Lale Andersen (1938)'
La cantante Lale Andersen durante uno dei suoi concerti, nel 1938.
foto: Willy Pragher / Deutsche Digitale Bibliothek

Come nasce la fama di questa canzone?

Durante la seconda guerra mondiale l'emittente militare tedesca di Belgrado trasmetteva, a partire dal 1941, prima ogni sera verso le 22, poi varie volte al giorno, la canzone Lili Marleen, cantata da Lale Andersen. L'emittente militare di Belgrado era molto potente, poteva raggiungere circa 6 milioni di soldati su varie fronti e "Lili Marleen" divenne, in brevissimo tempo, la canzone più popolare tra i soldati tedeschi. Nel periodo della sua massima popolarità all'emitente di Belgrado arrivarono più die 12.000 lettere al giorno, la maggior parte riguardavano proprio "Lili Marleen". Ma la canzone fu ascoltata con nostalgia non solo dai soldati tedeschi ma anche dai loro nemici.

In realtà, ai nazisti non piaceva molto il testo (vedi sotto), piuttosto antimilitarista e per loro "disfattista": la storia del soldato che pensa con malinconia al suo amore lontano dal fronte non era molto adatta a rafforzare lo spirito di combattimento. E quando si venne a sapere che Lale Andersen aveva dei rapporti con degli ebrei la trasmissione fu vietata e Lale Anderson non poteva più esibirsi in pubblico. Ma le proteste dei soldati tedeschi che volevano continuare ad ascoltare la canzone erano troppo insistenti e così si ripresero le trasmissioni.

Ma dopo un po' non solo "Radio Belgrad" trasmise questa canzone. L'attrice e cantante tedesca Marlene Dietrich, fuggita dai nazisti negli Stati Uniti, cantò la canzone per le truppe alleate e fu la sua voce a rendere famosa questa canzone in tutto il mondo. Oggi è una delle canzoni più conosciute nel mondo, secondo alcuni è anche la canzone più bella di tutti i tempi.
Marlene Dietrich che canta 'Lili Marleen (1943)' Marlene Dietrich che canta 'Lili Marleen (1943)' La cantante e attrice Marlene Dietrich davanti a una platea di soldati americani, durante la seconda guerra mondiale. Fu soprattutto la sua voce che rese famosa la canzone.
foto: United States Army Center of Military History

Il testo della canzone:

Il testo è del poeta tedesco Hans Leip che lo scrisse durante la prima guerra mondiale (nel 1915) prima di partire per il fronte. La traduzione italiana è, in realtà, abbastanza diversa dal testo tedesco, è piuttosto una trasposizione che si ispira liberamente ai sentimenti e all'ambiente della poesia originale.
Vor der Kaserne
Vor dem großen Tor
Stand eine Laterne
Und steht sie noch davor
So woll'n wir uns da wieder seh'n
Bei der Laterne wollen wir steh'n
Wie einst Lili Marleen.

Unsere beide Schatten
Sah'n wie einer aus
dass wir so lieb uns hatten
Das sah man gleich daraus
Und alle Leute soll'n es seh'n
Wenn wir bei der Laterne steh'n
Wie einst Lili Marleen.

Schon rief der Posten,
Sie blasen Zapfenstreich
Das kann drei Tage kosten
Kam'rad, ich komm sogleich
Da sagten wir auf Wiedersehen
Wie gerne wollt ich mit dir geh'n
Mit dir Lili Marleen.

Deine Schritte kennt sie,
Deinen zieren Gang
Alle Abend brennt sie,
Doch mich vergaß sie lang
Und sollte mir ein Leids gescheh'n
Wer wird bei der Laterne steh'n
Mit dir Lili Marleen?

Aus dem stillen Raume,
Aus der Erde Grund
Hebt mich wie im Traume
Dein verliebter Mund
Wenn sich die späten Nebel drehn
Werd' ich bei der Laterne steh'n
Wie einst Lili Marleen.
Tutte le sere
sotto quel fanal
presso la caserma
ti stavo ad aspettar.
Anche stasera aspetterò,
e tutto il mondo scorderò
con te, Lili Marleen.

Prendi una rosa
da tener sul cuor
legala col filo
dei tuoi capelli d'or.
Forse domani piangerai,
ma dopo tu sorriderai.
A chi, Lili Marleen?

O trombettier
stasera non suonar,
una volta ancora
la voglio salutar,
Addio piccina, dolce amor,
ti porterò per sempre in cor
con me, Lili Marleen.

Quando nel fango
debbo camminar
sotto il mio bottino
mi sento vacillar.
Che cosa mai sarà di me?
Ma poi sorrido e penso a te,
a te, Lili Marleen.

Se chiudo gli occhi
il viso tuo m'appar
come quella sera
nel cerchio del fanal.
Tutte le notti sogno allor
di ritornar, di riposar,
con te, Lili Marleen.
Vor der Kaserne
Vor dem großen Tor
Stand eine Laterne
Und steht sie noch davor
So woll'n wir uns da wieder seh'n
Bei der Laterne wollen wir steh'n
Wie einst Lili Marleen.
 
Tutte le sere
sotto quel fanal
presso la caserma
ti stavo ad aspettar.
Anche stasera aspetterò,
e tutto il mondo scorderò
con te, Lili Marleen.
 
Unsere beide Schatten
Sah'n wie einer aus
dass wir so lieb uns hatten
Das sah man gleich daraus
Und alle Leute soll'n es seh'n
Wenn wir bei der Laterne steh'n
Wie einst Lili Marleen.
 
Prendi una rosa
da tener sul cuor
legala col filo
dei tuoi capelli d'or.
Forse domani piangerai,
ma dopo tu sorriderai.
A chi, Lili Marleen?
 
Schon rief der Posten,
Sie blasen Zapfenstreich
Das kann drei Tage kosten
Kam'rad, ich komm sogleich
Da sagten wir auf Wiedersehen
Wie gerne wollt ich mit dir geh'n
Mit dir Lili Marleen.
 
O trombettier
stasera non suonar,
una volta ancora
la voglio salutar,
Addio piccina, dolce amor,
ti porterò per sempre in cor
con me, Lili Marleen.
 
Deine Schritte kennt sie,
Deinen zieren Gang
Alle Abend brennt sie,
Doch mich vergaß sie lang
Und sollte mir ein Leids gescheh'n
Wer wird bei der Laterne steh'n
Mit dir Lili Marleen?
 
Quando nel fango
debbo camminar
sotto il mio bottino
mi sento vacillar.
Che cosa mai sarà di me?
Ma poi sorrido e penso a te,
a te, Lili Marleen.
 
Aus dem stillen Raume,
Aus der Erde Grund
Hebt mich wie im Traume
Dein verliebter Mund
Wenn sich die späten Nebel drehn
Werd' ich bei der Laterne steh'n
Wie einst Lili Marleen.
Se chiudo gli occhi
il viso tuo m'appar
come quella sera
nel cerchio del fanal.
Tutte le notti sogno allor
di ritornar, di riposar,
con te, Lili Marleen.

Un CD di Lale Andersen,
con la canzone originale di "Lili Marleen" (1938)

Marlene Dietrich canta Lili Marleen:

Il film di Rainer Werner Fassbinder:

Hanna Schygulla nel film "Lili Marleen" di Fassbinder Hanna Schygulla nel film "Lili Marleen" di Fassbinder Hanna Schygulla nel film "Lili Marleen" di Fassbinder
Lili Marleen è un film del 1981 di Rainer Werner Fassbinder ispirato al romanzo autobiografico di Lale Andersen, la cantante della prima versione della canzone del 1939. È ambientato a Zurigo durante il Terzo Reich, nel 1938 e racconta la storia d'amore impossibile tra Willie, una cantante tedesca, interpretata da Hanna Schygulla ed il compositore svizzero di origini ebree Robert Mendelsson, interpretato da Giancarlo Giannini.
"Lili Marleen" di Rainer Werner Fassbinder
Lili Marleen
di Rainer Werner Fassbinder
DVD, 90 min.

Altri CD e Vinili, DVD e Blu-ray:


CD e Vinili
di musica classica

CD e Vinili
di musica pop e rock

DVD e Blu-ray
di musica pop e rock

DVD e Blu-ray
di musica classica

CD e Vinili
di musica classica

DVD e Blu-ray
di musica classica

CD e Vinili
di musica pop e rock

DVD e Blu-ray
di musica pop e rock

Scrivi un commento a questa pagina...
Finora non ci sono dei commenti.




Copyright, privacy, contatto Copyright, privacy, contatto