Il cinema tedesco

Il cinema espressionista degli anni '20

Tutte le città e regioni della Germania Germania - poltica e società Come sono i tedeschi? La lingua tedesca Vivere e lavorare in Germania La letteratura tedesca La cultura tedesca La musica tedesca La storia della Germania
Condividere su Facebook Condividere su Twitter
'Das Cabinet des Dr. Caligari' di Robert Wiene   'Nosferatu' di Friedrich Wilhelm Murnau   'Metropolis' di Fritz Lang
Le locandine di tre famosi film espressionisti:
a sinistra: "Das Cabinet des Dr. Caligari" di Robert Wiene (1920)
al centro: "Nosferatu" di Friedrich Wilhelm Murnau (1922)
a destra: "Metropolis" di Fritz Lang (1927)

L'espressionismo cinematografico tedesco:

L'espressionismo, nato all'inizio del '900 come corrente soprattutto della pittura, della letteratura e del teatro, trovò una grande eco anche nel campo del cinema che in quegli anni era appena nato e i cui protagonisti spesso provenivano dal mondo del teatro.

Gli artisti appartenenti al movimento dell'espressionismo, tra il 1910 e il 1925, sostituivano alla descrizione oggettiva della realtà la comunicazione di sentimenti soggettivi, usando uno stile esasperato, spesso deformato per suscitare nel pubblico intensi effetti emotivi. Queste caratteristiche erano anche espressione di una ribellione al materialismo della borghesia. A questa corrente sono legati i registi Ernst Lubitsch (1892-1947), Robert Wiene (1881-1938), Fritz Lang (1890-1976) e Friedrich Wilhelm Murnau (1889-1931), che aggiunsero al comune stile espressionista dei tratti stilistici personali ben riconoscibili.

Quello che lega i registi tedeschi e austriaci del film muto degli anni venti non erano solo le idee ispiratrici, ma anche il fatto che tutti, a un certo punto della loro carriera, andarono all'estero, alcuni per scelta, altri erano costretti a farlo, e nessuno di loro finisce la carriera in Germania o in Austria, i paesi della loro provenienza. Da una parte era la stella nascente di Hollywood ad attirare molti talenti tedeschi. Ma c'è ancora un motivo più importante per cui molti registi lasciarono la Germania: quando Hitler, nel 1933, arrivò al potere molti registi, attori e altri operatori cinematografici, insieme a un gran numero di altri protagonisti della vita culturale, decisero di emigrare. Lasciando così in Germania un vuoto culturale che tutti gli sforzi dei nazisti per creare una "cultura tedesca nazional-socialista" non riuscirono mai a colmare, a parte pochissime eccezioni (p.e. la regista Leni Riefenstahl).

I film più importanti:

Per approfondire:

DVD e Blu-ray:

I film di Fritz Lang
I film di
Fritz Lang
I film di Friedrich Wilhelm Murnau
I film di Friedrich Wilhelm Murnau
I film di Ernst Lubitsch
I film di
Ernst Lubitsch
I film di Robert Wiene
I film di
Robert Wiene

Libri:

Storia del cinema in Germania
Storia del cinema
in Germania
Il cinema del muro. Sul cinema tedesco del dopoguerra
Il cinema tedesca
del dopoguerra
Cinema: cent'anni di storia
Cinema:
cent'anni di storia
Enciclopedia del cinema
Enciclopedia
del cinema

Cultura, filosofia, arte, cinema e scienza
Tutte le pagine su cultura, filosofia, arte,
cinema e scienza della Germania


Scrivi qui un commento...
Finora non ci sono commenti

Germania-Shop
Libri, film, musica, T-shirt,
gadgets, prodotti tipici tedeschi
Impara il tedesco online e su dispositivi mobili
Impara il tedesco online
e su dispositivi mobili
Traduzioni in 80 lingue
Traduzioni in 80 lingue
consegna in 24h

Newsletter: per essere sempre aggiornati sulle novità!


Copyright, privacy, contatto